Questo sito è dedicato alla rugbylist, un ritrovo "virtuale" dove si incontrano centinaia di appassionati di rugby.
 

[RUGBYLIST] Corsi e ricorsi.... pi¨ di 30 anni fa

Luca Oliva luca.oliva a katamail.com
Ven 16 Gen 2009 10:09:28 CET


C'ero anch'io Angelo quel 22 maggio 1977 allo Stadio di Udine ... Io, 
come altri 2.000 tifosi rodigini ...
Me lo ricordo bene quel pomeriggio, anche perchŔ c'ero anch'io sotto 
quel bandierone rossoblu cucito per l'occasione ...
Tappa preliminare a Gemona del Friuli - il 6 maggio 1976, ricorderete, 
il terremoto fece 989 morti e oltre 45.000 senza tetto ....
Un cumulo di macerie, un bar in lamiera e gli sguardi dei friulani 
apertamente ostili nei confronti degli "stranieri" passati come 
"turisti" sui luoghi del disastro ...
A metÓ del pomeriggio nuvoloni scuri si addensano dietro la tribuna 
coperta e in poco tempo acqua, tanta acqua - un destino, forse, per i 
polesani ... - si abbatte sullo stadio, soprattutto su di noi, che 
eravamo in tribuna scoperta ...
Resistiamo fin che possiamo proprio sotto il bandierone che inizialmente 
protegge, poi comincia a gravarsi d'acqua ed infine a filtrare 
attraverso le strette maglie del tessuto di cotone ...
Resistiamo, resistiamo, poi corriamo in alto sui gradoni verso i servizi 
dello Stadio "Friuli" ...
Lý una marea di persone si Ŕ rifugiata ormai fradicia di pioggia ... 
Pochi riescono a vedere direttamente la partita ... i pi¨ se la fanno 
"raccontare" da quelli delle prime file ...
Ad un certo punto dall'interno dei locali si ode un rombo ed un lampo 
accecante che risplende nei locali ...
Il senso della disperazione Ŕ immediato ... Io, ragazzino, sento la 
paura ma non la percepisco ... Vengo recuperato da mio padre e insieme 
attendiamo la fine dell'incontro, a quel punto, ormai privo di 
significato ...
In campo i ragazzi lottano ... e perdono .. anche per chi non c'Ŕ pi¨ ...
Dopo, alla fine verremo a sapere quello che Ŕ successo: la morte di 
Fabio Rizzi ... la meta che non c'era del Dottore ... la meta di Nino 
che c'era - non c'era .. gli spintoni negli spogliatoi ... i gesti di 
rivalsa di chi non capisce che la rivalsa non ha senso .. nel rugby ... 
di chi in fondo non Ŕ un vero rugbysta ...
Forse fate bene a gridarci simpaticamente "alluvionati" quando vediamo a 
Padova ... In fondo a Rovigo Ŕ legato questo destino dell'acqua "nemica" 
e "amica" ... Fin da quando la sopravvivenza dei nostri nonni e bisnonni 
era legato in un senso e nell'altro all'acqua - chi su una barca e chi - 
come mio bisnonno ... - al mulino d'acqua sul Po ...
Per˛ - Angelo ... - te lo dico con simpatia ... - non veniteci pi¨ a 
"sfrucugliare" con questa storia delle mete date - non date ... siete - 
e sarete sempre ... - in debito verso di noi ...

Ciao.
Luca Oliva

Angelo Volpe @fast ha scritto:
> Notizie di rugby: http://www.rugbyrugby.it
>   
>
> ------------------------------------------------------------------------
>
> *Corsi e ricorsi.... 30 anni fa...*
> *22 maggio 1977,* una data indimenticabile per tanti motivi. Gioiosi e 
> dolorosi.
> *Io c'ero... *a Udine per quello spareggio-scudetto tra Petrarca e 
> Rovigo che valeva il titolo italiano. Solo una settimana prima a 
> Padova (stadio Appiani, oltre 20.000 spettatori!!!) si era compiuto 
> l'aggancio in vetta alla classifica da parte del Petrarca. Un match 
> passato alla storia e che mantiene viva l'emozione nei protagonisti 
> allora, pubblico compreso.
> Anche in quell'occasione si parl˛ di una meta da non concedere per un 
> errore arbitrale. Trenta -dico 30!- la partita risolta da una meta 
> fantasma si ripete, ma a parti invertite. Per l'appunto: corsi e 
> ricorsi....
> Altra diabolica particolaritÓ: nel 1977 l'autore della meta 
> incriminata fu Dino De Anna che vestiva la maglia del Petrarca, ma era 
> rovigotto di nascita e di "provenienza". Oggi, annus domini 2009, 
> Calanchini, maglia rossoblu, si trova ad aver segnato la meta fantasma 
> al Petrarca, sua ex squadra. Pi¨ corsi e ricorsi di cosý...
> ** 
> ** 
> *
> ------------------------------------------------------------------------
> * *Articolo tratto da: 
> **http://www.solorugby.org/meta-fantasma-a-rovigo-calanchini-ammette.htm*
>
>
>   Meta fantasma a Rovigo, Calanchini ammette
>
> *"Non ho toccato in meta".* La confessione di Pablo Calanchini Ŕ 
> affidata all'edizione rodigina del "Resto del Carlino". Il trequarti 
> del Rovigo, autore della contestatissima meta con cui i Bersaglieri 
> hanno sconfitto domenica il Carrera Petrarca Padova nella decima di 
> Super 10, ha visto e rivisto le immagini televisive ed ammesso 
> l'errore di valutazione. Tutt'altra impressione quella avuta in campo 
> dallo stesso giocatore, corso subito a festeggiare la pesantissima 
> marcatura 
> <http://adv08.edintorni.net/affiliati/click/?q=marcatura&a=3826&e=3&y=7&j=888401BA6ED2117AFACB4FF55D3D8409http%3A%2F%2Fadvertiser%2Eedintorni%2Enet%2Fredirect%2Easp%3FidG%3D22570%26idA%3D90764%26query%3Dmarcatura%26cpk%3Dm%26idU%3D265%26location%3Dhttp%253A%252F%252Ffeed%252Eedintorni%252Enet%252Fgoadv%252Fredir%252Easp%253Furl%253Dwww%25252Etecnimetal%25252Dtm%25252Ecom%2526query%253Dmarcatura%2526country%253Dit%2526redir%253Dhttp%25253A%25252F%25252Fweb13ird%25252Eysm%25252Eird%25252Eyahoo%25252Ecom%25252Fd%25252Fsr%25252F%25253Fxargs%25253D15KPjg17JSn5amwr%2525252Dudr3AT%2525252DuLx1waxca58MluBpV5H9Zf5iMxXOJ9aKTDk8N8TOVxv1PdzPKV%2525252DqIfJPb8kPqLEwqLRlqPH%2525252DHpjdLJzoo9NK%2525252DpXW1xsOwhxO%2525255FtmIJINH2uU16JOd%2525252D8l%2525252D7acZf0PXhL6PxbjhCY%2525252DfltwM6zzOd6IorliV8qpAidN8pW4NUshczHLJh%2525255FQ8NTDqualy%2525252DAIc9Ny4xFoNulP1VmWi%2525252Dm7Gt5okzfKTh4v6zJdJEIuLyNqv%2525252D8UrfwwYgcOBXXsbYy%2525255Fk%2525255FD03%2525252DtjJBjBkql375fhg9TRvyjPW%2525252DC50Ny9MGGyJ2IbZQn0WH7D9qIU3z%2525255FdxMjcUZnA%2525255FmlCG%2525252DdKGc49E%2525255FFfpVQIMSv2xOO&r=&x=1232039856421&z=tt.lh.983706E922A5502365D2451C9F268AC0&i=336> 
> con i compagni di squadra.
> Le polemiche sono scoppiate giÓ all'80' del 141esimo derby tra Rovigo 
> e Petrarca, con gli ospiti a presentare ricorso entro i 30 minuti 
> dalla conclusione della gara 
> <http://adv08.edintorni.net/affiliati/click/?q=gara&a=3826&e=3&y=7&j=A02E7415A42B1D86C387AE44429DB152http%3A%2F%2Fadvertiser%2Eedintorni%2Enet%2Fredirect%2Easp%3FidG%3D11856%26idA%3D90764%26query%3Dgara%26cpk%3Dm%26idU%3D265%26location%3Dhttp%253A%252F%252Ffeed%252Eedintorni%252Enet%252Fgoadv%252Fredir%252Easp%253Furl%253Dwww%25252Einfogare%25252Eit%2526query%253Dgara%2526country%253Dit%2526redir%253Dhttp%25253A%25252F%25252Frc23%25252Eoverture%25252Ecom%25252Fd%25252Fsr%25252F%25253Fxargs%25253D15KPjg16BSnpamwr%2525252DicrvOT%2525252DKDy10axca588tvDZRwH9Zf5iMxXOh2aKXJnMF5RPo2swPTyPCT%2525255FK8ULPT4kP6KGweMR1OND7Kh0Y3Cz40%2525252DM6ikDedw2L4twuntnYVLONc3Vy68eNe%2525252DiL%2525252DNiObJEg0TvYICzB2d%2525252DfJnxMmw07ZPHeiHjBtuqg7ZKZx37KYhgMW1XO4BOLUhd8%2525255FIwCuWIKxw89105ZnWPCUVKyLQ8jABol2eJjR3v6%2525255FMdJEL%2525252DYjHzoLPOKGsiogLhnTWGMRTz0ibz2jMnoc0aSfX1twRzQJrEu%2525252DTM36VzGR%2525252D%2525255FOjJ3bbWIcoy5j2sX52DW0XOIk97ahQzX6P%2525255FbVjfBFEM&r=&x=1232039856421&z=tt.lh.983706E922A5502365D2451C9F268AC0&i=336> 
> previsti da regolamento. Una protesta scritta che per˛ difficilmente 
> porterÓ alla ripetizione 
> <http://adv08.edintorni.net/affiliati/click/?q=ripetizione&a=3826&e=3&y=7&j=4B8AACC5CC9E247E0ED9783233B227A2http%3A%2F%2Fadvertiser%2Eedintorni%2Enet%2Fredirect%2Easp%3FidG%3D20949%26idA%3D90764%26query%3Dripetizione%26cpk%3Dm%26idU%3D265%26location%3Dhttp%253A%252F%252Ffeed%252Eedintorni%252Enet%252Fgoadv%252Fredir%252Easp%253Furl%253Dwww%25252Ecompra%25252Dsicuro%25252Eit%2526query%253Dripetizione%2526country%253Dit%2526redir%253Dhttp%25253A%25252F%25252Frc23%25252Eoverture%25252Ecom%25252Fd%25252Fsr%25252F%25253Fxargs%25253D15KPjg141SkZamwrmofbjKROGGwl4axca59spnCJB8HNRIoS5gUul7aaXEn8RxW7064w%2525255FXxPOS9KEeJfH8m%2525255F6OEg2IRVWOD7Kh0Y3MyYM4Nqw9b%2525252DYYirQswuPqmo5OaEcyImO0ecTv36r8EPiKZz1G%2525255F44EzRid%2525255FvBpwceglLYTQuWMkUQpqVGmUO8Mm6Aogr%2525255FLL5x4SbFTaYjKnibGQKxsyt0A5JyhTSBnKli0u2IErUSCIDhhoK%2525255FEYo4OuqOgzoLaMKOo2IAUMhvNoeIyvQKf%2525252DTuBwbpTESyPj6UIx1NTFPapP1WV1VdA8eqw37aTbbMy6na5GIjUH2emOU94ahQrHpfTf1jYIXdtoBOHZcRLcOieyg%2525252E%2525252E&r=&x=1232039856421&z=tt.lh.983706E922A5502365D2451C9F268AC0&i=336> 
> del match.
> Cambiando argomento, e onestÓ per onestÓ, diversi sono stati i mugugni 
> dei tifosi rossoblu all'ennesima partita in cui i propri beniamini 
> sono stati costretti a disputare mischie "no contest" a causa 
> dell'uscita dal campo di tutti e cinque gli uomini di prima linea 
> previsti. 14 / 01 / 2009
> ------------------------------------------------------------------------
>  
> *//*
> HomePage
> *Giovedý 15 Gennaio 2009, *
> Il ricorso presentato dal Carrera Petrarca domenica scorsa appena 
> finito il derby, con il quale la societÓ padovana chiede la 
> ripetizione della partita in quanto l'arbitro ha concesso una meta, 
> quella decisiva di Calanchini, che le immagini televisive mostrano non 
> esserci, ha riportato la memoria ad un'altra meta molto discussa e ben 
> pi¨ importante di quella che ha dato il successo alla FemiCz Rovigo 
> nell'ultimo turno del Super 10.
>       ╚ quella che il *22 maggio del 1977* venne segnata (o meglio 
> concessa dall'arbitro) da Dino De Anna, allora ala dei padovani, nello 
> spareggio-scudetto giocato a Udine tra i rossoblu ed i bianconeri che 
> assegn˛ il titolo al Petrarca, vittorioso per 10-9.
>       L'episodio contestato avvenne al 13' della ripresa, con le due 
> squadre sul 3-3, quando Dino De Anna segn˛ una meta sulla bandierina 
> dopo essere uscito con entrambi i piedi dal terreno di gioco. Le 
> immagini dell'emittente privata Televeneto dimostrarono chiaramente 
> che l'ex rossobl¨, prima del suo tuffo in area di meta, era uscito dal 
> campo. Ma ne l'arbitro Pogutz, ne il segnalinee, videro quello che 
> anche a gran parte dei quasi diecimila spettatori presenti allo stadio 
> Friuli apparve evidente. Quella meta non c'era.
>       Ma in quella partita ci fu anche un altro episodio che fece 
> molto discutere. Poco dopo la marcatura irregolare di De Anna, 
> esattamente al 20', Rossi, ala del Rovigo, finý in area di meta del 
> Petrarca con il pallone in mano attorniato da un nugolo di giocatori. 
> Alcune foto mostrano che Rossi Ŕ nettamente al di lÓ della linea, ma 
> cade di schiena con la palla sul petto, per˛ chiaramente in suo 
> possesso. A questo punto, secondo il regolamento, l'arbitro aveva due 
> possibilitÓ: o concedere la meta al Rovigo o assegnare una mischia a 
> cinque metri a favore dei rossobl¨, stabilendo che Rossi non aveva 
> effettuato il toccato a terra. Invece Pogutz scelse di far riprendere 
> il gioco con il rinvio dai 22 del Petrarca, ritenendo che i bianconeri 
> avessero annullato, cosa assolutamente impossibile perchŔ l'ovale, e 
> le foto lo evidenziano, rimase sempre tra le braccia di Rossi.
>       La societÓ rossobl¨ non sporse alcun reclamo per chiedere la 
> ripetizione di una partita chiaramente viziata da due enormi sviste 
> arbitrali. Ne appena dopo lo spareggio, ne successivamente. La 
> delusione per un titolo perso a causa di decisioni arbitrali 
> sbagliate, purtroppo lasci˛ il posto al dolore per la scomparsa di 
> Fabio Rizzi, il tifoso rossobl¨ che morý sulle tribune dello stadio 
> friulano colpito da un fulmine.
>       Roberto Roversi
>      
> ------------------------------------------------------------------------
>  
>
> ------------------------------------------------------------------------
>
> _______________________________________________
> Gestisci la tua iscrizione
> http://www.rugbylist.it/mailman/listinfo/rugbylist	
>   

-------------- parte successiva --------------
Rimosso contenuto di tipo multipart/related


Maggiori informazioni sulla lista Rugbylist