Questo sito è dedicato alla rugbylist, un ritrovo "virtuale" dove si incontrano centinaia di appassionati di rugby.
 

R: I: R: [RUGBYLIST] E il gioco al piede?

Piero Filotico pierofilotico a alice.it
Mar 21 Giu 2011 11:23:38 CEST


Insomma, dopo tre anni avrebbe dovuto essere pubblicato un rapporto sull’iniziativa.

E’ stato fatto? Qualcuno ne sa qualcosa?

 

Da: rugbylist-bounces a rugbylist.it [mailto:rugbylist-bounces a rugbylist.it] Per conto di Luca Bonisoli
Inviato: martedž 21 giugno 2011 10:17
A: rugbylist a rugbylist.it
Oggetto: Re: I: R: [RUGBYLIST] E il gioco al piede?

 

Riporto qui:

http://www.comunicati.net/comunicati/sport/rugby/19191.html


RUGBY NOTIZIE a cura dell'Ufficio Stampa FIR

Roma, 19 gennaio 2006

AVVIATO IL PROGETTO ‘’STATURA’’ (2a - 3a linee)
OLTRE 100 I GIOVANISSIMI OVER 1,85cm
Roma - E’ partito ufficialmente oggi a Roma il progetto “Statura”,
un’operazione destinata alla formazione ad alto livello di seconde e
terze linee, ruoli specialistici del Rugby per i quali è richiesta una
statura elevata.
Sono gi√  stati identificati oltre 100 giovani fra i 14 ed i 16 anni
alti pi√Ļ di 1,85 su cui impostare il lavoro di formazione triennale.
Il progetto è stato definito in ogni particolare stamani nel corso di
una riunione tecnico scientifica alla quale hanno preso parte da una
lato le autorit√  scientifiche universitarie rappresentate dai docenti
universitari Franco Merni (Dipartimento Valutazione Funzionale
Universit√  di Bologna), Renato Manno (Dipartimento di Valutazione
Funzionale Università de L’Aquila) e Marco Valenti (Dipartimento
Statistico Università de L’Aquila), dall’altro lo staff tecnico
federale formato dal Prof. Luigi Donatiello, Coordinatore delle
Nazionali Giovanili, dal Prof. Ivo Mazzucchelli (Responsabile
Nutrizione Squadre Nazionali) e dal Prof. Pascal Valentini,
Responsabile della Preparazione Fisica e fitness trainer della
Nazionale Maggiore. A coordinare i lavori il Consigliere Federale
Vincenzo De Masi, responsabile dei rapporti con le Universit√ .
Il Progetto Statura è diretto dal Prof. Pino Lusi, Coordinatore Tecnico
Federale, con la collaborazione del Prof. Giampiero Granatelli
dell’Università di Tor Vergata.
Gli atleti selezionati verranno seguiti per tre anni sul piano
dell’evoluzione morfologica, muscolare e metabolica da uno staff
formato da membri delle Facolt√  (dipartimento di valutazione motoria ed
antropologica) e della Federazione.
L’elenco dei 100 elementi forniti dei giusti requisiti è stato fornito
dai tecnici provinciali e regionali della FIR. Il gruppo di lavoro al
progetto far√  un ulteriore selezione di 70 ragazzi che saranno
sottoposti a test particolari. Si tratta delle prove messe a punto dal
preparatore atletico azzurro Pascal Valentini con il supporto
scientifico del Dipartimento Valutazione Funzionale dell’Università di
Bologna.
L’esito di questi test scremeranno ulteriormente il gruppo dei giovani
a 30/35 elementi. A tutti questi giovani (classi ’89-’90-’91) verrà 
consigliato un programma di allenamento progressivo da effettuarsi in
collaborazione con i tecnici delle relative societ√ . Ogni 3-4 mesi i
ragazzi verranno di nuovo testati per verificare il lavoro svolto. Nel
contempo i ragazzi saranno seguiti a livello motivazionale,
nutrizionale ed attraverso contatti con le rispettive famiglie e club.
Il progetto terminer√  quando i ragazzi avranno raggiunto i 17-19 anni.
Coloro che fossero rimasti fuori dal progetto perché non superati i
test o perché non selezionati in partenza potranno inserirsi nel
progetto per il triennio successivo.
Tutta l’attività allenante ed i test saranno monitorati
scientificamente a livello universitario.


__________________________________________
Ufficio Stampa e Comunicazione
Federazione Italiana Rugby
Tel. ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ +39.06.45.21.31.12¬ ¬ ¬ ¬ ¬ ¬ 
Fax +39.06.45.21.31.87
stampa a federugby.it
www.federugby.it

Stadio Olimpico - Curva Nord
Foro Italico - 00194 Roma


Il 21/06/2011 9.36, Salvatore Messina ha scritto: 

Squadre e aziende di rugby in Italia - http://www.coobiz.it/it/aziende/trova/1?q=rugby
__________________________________________





Ma questo famoso progetto "peso & altezza" dove si può rintracciare?

Grazie
¬ 

PEACE & LOVE & PLAY RUGBY

Salvatore Messina 

 

 

----- Messaggio inoltrato -----
Da:  <mailto:ievoli a alice.it> "ievoli a alice.it"  <mailto:ievoli a alice.it> <ievoli a alice.it>
A: rugbylist a rugbylist.it
Inviato: Mar 21 giugno 2011, 09:22:16
Oggetto: R: [RUGBYLIST] E il gioco al piede?

Squadre e aziende di rugby in Italia - http://www.coobiz.it/it/aziende/trova/1?q=rugby
__________________________________________

Giustissima riflessione !! 
E' da un pò che ripeto che per fare il gioco che la F.I.R. sta imponendo dalla base, attraverso i nuovi allenatori, che sta creando, occorrono dei giocatori preparati attleticamente in modo diverso con capacità coordinative e con tanta esperienza di gioco, che gli permetta di essere veloci nella corsa, nelle scelte e nella capità di sopportare la fatica fisica. Pertanto mi sembra sciocco voler selezionare dei giocatori secondo parametri di altezza e corporatura, magari dotati anche di buona tecnica individuale, che però non hanno le capacità attletiche di sviluppare un gioco così detto moderno. A mio avviso, pertanto, sarebbe opportuno far giocare chi è in grado di sviluppare un gioco veloce e dinamico, indipendentemente dalla loro morfologia, nell'attesa di allargare la base di ragazzi praticanti e di poter ottenere in futuro dei giocatori che rientrano nei parametri nazionali.
Con affetto
Antonio Ievoli
Fortitudo Euritmica rugby
Marigliano (NA)

----Messaggio originale----
Da: volpe_angelo a fastwebnet.it
Data: 20-giu-2011 13.20
A:  <mailto:rugbylist a rugbylist.it> <rugbylist a rugbylist.it>
Ogg: R: [RUGBYLIST] E il gioco al piede?

--> 

Aggiungerei anche un’altra considerazione che mi è balzata agli occhi vedendo da vicino i giocatori durante questi mondiali. Se si dovessero applicare i criteri di “dimensioni e peso” che piacciono tanto alla nostra FIR, probabilmente una buona parte dei giocatori di quasi tutte le nazionali presenti dovrebbero restare a casa. Accanto ai “colossi” già ben strutturati e sviluppati c’è infatti una quantità di piccoletti e magrolini che però giocano benissimo. Che ci sia qualcosa di drammaticamente sbagliato nel selezionare i nostri giovani in base alla corporatura piuttosto che al talento e alle capacità ? 

Mi pare che l’argomento meriti qualche riflessione.

¬ 

angelo

¬ 

Da: rugbylist-bounces a rugbylist.it [mailto:rugbylist-bounces a rugbylist.it] Per conto di paolo.valbusa a libero.it
Inviato: lunedì 20 giugno 2011 08:41
A: rugbylist a rugbylist.it
Oggetto: [RUGBYLIST] E il gioco al piede?

¬ 

Ciao a tutti,

non mi addentrerò in una disamina tecnica sul campionato disputato fino a qui dall'Italia, c'è chi l'ha già fatto in list e con grande competenza. Per me resta attuale quanto scritto da Luciano Ravagnani una trentina d'anni fa (considerazioni che fece, se non ricordo male, dopo aver visto una partita di minirugby in Nuova Zelanda): i nostri settori giovanili (Accademie federali comprese) continuano a sfornare più giocatori di rugby che rugbisti; con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti.

Mi preme, però, sottolineare un fatto che balza subito agli occhi vedendo le prestazioni degli azzurri (in verità, ne balzano agli occhi molti ma io fisso la mia attenzione su questo): avete notato l'assenza totale del gioco al piede nel repertorio tecnico della nostra nazionale? Non parlo solo delle (importantissime) prodezze balistiche dalla piazzola (Goosen, il n. 10 del Sud Africa, ha centrato i pali dell'Inghilterra da 60 metri!) ma anche dei calci tattici per il guadagno di terreno, dei calci a seguire, di quelli ad incrociare, ecc. Niente! Zero assoluto (o quasi). Il calcio di liberazione per noi è l'extrema ratio: quando non si sa cosa fare con il pallone in mano, lo si calcia (ma non si bene dove). 

Calcio di liberazione: mai termine ha avuto un significato più pregnante. Ci si libera della palla e si tira un gran respito di sollievo.

Buona giornata,

Paolo

 





 
 
_______________________________________________
Gestisci la tua iscrizione
http://www.rugbylist.it/mailman/options/rugbylist    
 
 
_______________________________________________
Gestisci la tua iscrizione
http://www.rugbylist.it/mailman/options/rugbylist    




__________ Informazioni da ESET NOD32 Antivirus, versione del database delle firme digitali 6224 (20110620) __________

Il messaggio Ť stato controllato da ESET NOD32 Antivirus.

www.nod32.it

-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML Ť stato rimosso...
URL: http://www.rugbylist.it/pipermail/rugbylist/attachments/20110621/42513480/attachment-0002.html


Maggiori informazioni sulla lista Rugbylist